La prima edizione del Calcio Camminato
 

E' una specialità nuova ma esiste una Federazione nazionale.

 

31 marzo 2017

31 marzo 2017 CCD Calcio Camminato

Il gruppo di innovatori che ha deciso di cimentarsi in questa nuova specialità.
 

Come ci siamo arrivati? Be’, il fratello del nostro Valerio Frabetti gioca in una squadra di Calcio Camminato di Bologna, così ce ne ha parlato e, facendo leva sul fatto che nessuno di noi è più giovanissimo, ci ha convinto a provare. Lo abbiamo fatto venerdì 31 marzo, abbinando la partita giocata nel pomeriggio alla Cena Sociale del Club Carpe Diem.  

 

Il campo è quello del Calcetto con sei giocatori per squadra (che abbiano compiuto i cinquant’anni) e la sua caratteristica principale è il divieto di correre: si può solo camminare. Altre regole importanti: non contrastare fisicamente gli avversari, non alzare il pallone oltre la linea del petto, cioè il metro e cinquanta. Il pallone è poi di un tipo particolare, simile ad uno di calcetto ma un tantino più sgonfio, in modo da rimbalzare di meno. Prima di iniziare, ci sembrava un gioco facile e lo abbiamo un po’ sfottuto ma, al termine della partita, abbiamo cambiato idea e, vi assicuro, merita rispetto come il Calcetto. 

 

L’esito della partita non ha valore, in quanto abbiamo effettuato cambi di casacca in modo da bilanciare le due squadre. Ora però che abbiamo visto di cosa si tratta, la prossima volta faremo sul serio.

 
 
  

 

Oltre ad essere l'organo informativo del Torneo Interaziendale Pistoiese (con la Gazzetta dell'Interaziendale), il club si occupa di escursioni e di cultura.